Ecco finalmente il nuovo pick-up di casa Mazda, questa volta preparato in collaborazione con Isuzu e non più con Ford. Scopriamo insieme i dettagli.

Il mercato dei pick-up sta riscontrando un notevole successo negli ultimi tempi. Sono diverse infatti le novità che notiamo all'interno del mercato automotive per questo segmento che nonostante tutto è alquanto di nicchia e non può andare a intercettare un numero elevato di richieste, proprio per l'utilizzo alquanto particolare.

Utilizzati prevalentemente all'interno delle grandi praterie statunitensi, o nel sud del nostro globo, questa tipologia di vettura sta riscontrando comunque in Europa e anche in Italia un notevole successo ultimamente. Merito anche di alcune scelte stilistiche alquanto moderne e aggressive, che hanno svecchiato il vecchio concetto di veicolo prettamente da lavoro. Pensiamo ad esempio all'intramontabile Ford Ranger, uno dei pickup più venduti al mondo che è sempre più attento alle linee automotive.

Quello che stiamo per presentare oggi è la versione di casa Mazda,  denominato BT-50. La linea frontale è tipicamente della casa di produzione automotive giapponese, con questa bocca trapezoidale e posizionata nel centro del frontale, affiancata dai fari sottili e sfuggenti.  L'aspetto frontale è tuttavia molto imponente, anche per quel che riguarda l'altezza del cofano. Come abbiamo detto, il mezzo è stato progettato quasi da zero dalla Isuzu, dopo una lunga collaborazione con la statunitense Ford negli anni scorsi.

Il luogo della presentazione è stato l'Australia, questo immenso continente che si trova esattamente dall'altra parte del globo e che ha visto ultimamente un aumento molto importante per questa tipologia di veicoli.

Il design è, come abbiamo detto, quello tipico di Mazda,  con il Kodo - Soul of motion che fa da protagonista anche per questa versione particolare.

Il modello principale, presentato pochi giorni fa, ha una doppia cabina con trazione 4x4,  cambio automatico ed un passo pari a 3125 mm. Con una portata massima di 1065 kg ed una capacità di traino di 3500 kg, sfrutta la potenza di un motore con capacità pari a 3.000 centimetri cubici con turbocompressore diesel. La potenza massima è pari a 190 cavalli a 3600 giri motore e la coppia massima si attesta a 450 Newton metro con in range che va da 1600 a 2600 giri minuto.

Molta attenzione è stata dedicata alla abitabilità del mezzo al fine di andare a creare una vettura che possa incontrare non solo l’usabilità durante la fase di lavoro, ma anche una piacevole usabilità a livello di comfort.

Gli interni sono molto puliti, ma anche caratterizzati da linee semplici e ben funzionali. Al centro è presente un grande display con la possibilità di integrarsi con Apple Carplay e Android Auto, in modo da utilizzare tutte le funzioni avanzate dei nostri smartphone. Sotto il  grande display centrale posto a metà della plancia, troviamo tutta una serie di tasti fisici che permettono la gestione di altri aspetti come ad esempio la climatizzazione interna. Il volante è posizionato alla destra, in quanto l'Australia ha la guida opposta a noi, ed è caratterizzato da tasti fisici sulle razze centrali, per un totale di 3 razze complessive. È presente un cruscotto analogico e non digitale completamente, sebbene sia presente un display centrale che racchiude tutta una serie di informazioni legate alla vettura.

Appuntamento quindi nelle concessionarie Mazda per poter chiedere informazioni su questo mezzo, che per il momento viene commercializzato nella parte del globo opposta al nostro bel paese Italia, ma che potrebbe essere presto importato anche sulle nostre strade.